I nostri testi

Dove va la chiesa?

Quelli che, come me, hanno qualche primavera in più sulle spalle, di fronte al giro di rivelazioni che hanno avuto come snodo il libro «Sua santità» di Gianluigi Nuzzi, non possono dimenticare quel grande successo editoriale che fu, tredici anni fa, il libro «Via col vento in Vaticano».
Sarebbe un insulto per un giornalista come Nuzzi paragonare il suo saggio documentatissimo a quella che si presentava come una raccolta di pettegolezzi anche se la maggior parte di questi pettegolezzi risultavano poi fondati e raccontati da qualcuno che aveva una conoscenza di prima mano delle stanze vaticane.
Alla luce dei fatti che si sono verificati negli anni successivi, con l’elezione del cardinal Ratzinger al soglio pontificio, con la scelta, fatta d quest’ultimo, di nominare solo ed esclusivamente, ecclesiastici a lui molto vicini, i veleni descritti in «Via col vento in Vaticano», acquistano un significato del tutto nuovo che vorrei brevemente approfondire qui.
Il libro parlava della presenza, in Vaticano, di due fazioni: la prima, guidata dall’attuale pontefice e identificata come la corrente più conservatrice, legata ai movimenti e, in particolare all’Opus Dei, che premeva per un maggiore rigore morale dentro e fuori dalla chiesa; la seconda, a cui erano collegati esponenti di primo piano della Curia come l’allora Segretario di Stato Sodano o l’allora Prefetto per la Congregazione dei Vescovi Re, che veniva indicata come la corrente “massonico-omosessuale”, perché ritenuta più tollerante nei confronti delle contaminazioni che, anche ai vertici della chiesa, c’erano con la massoneria e con l’omosessualità.
Gli ultimi dieci anni di storia della chiesa ci hanno detto che la vittoria della fazione legata all’attuale pontefice è stata schiacciante: i cardinali Re e Sodano, non solo non sono più a capo dei rispettivi uffici, ma non hanno nemmeno avuto la possibilità di influenzare la nomina dei loro successori che il papa ha scelto autonomamente tra le persone di sua assoluta fiducia.
Nonostante questo, altre divisioni si sono create, e gli esponenti di quella che dieci anni fa era indicata come corrente “massonico-omosessuale” sembrano conoscere una nuova primavera, grazie alle contestazioni che, da parte degli ambienti più conservatori, vengono all’attuale Segretario di Stata Tarcisio Bertone. Il tutto condito da una fuga di documenti senza precedenti, che dimostra come nella lotta in corso non ci si faccia scrupolo di usare armi che, fino a dieci anni fa, erano di fatto bandite.
Il fatto è che tutti i protagonisti di queste vicende affermano e ribadiscono di voler agire per il bene della Chiesa. Lo stesso bene della Chiesa che Benedetto XVI sosteneva di voler perseguire quando condannava i teologi progressisti o quanto richiamava gli episcopati nazionali quando questi cercavano di andare incontro alle esigenze dei loro fedeli riammettendo all’eucarestia i divorziati, non facendo delle proposte di legge che riconoscevano le unioni omosessuali la materia per una crociata, offrendo riflessioni originali e sulle questioni legate al testamento biologico e alla fine della vita.
Ma di fronte alla battaglia che i suoi nemici gli stavano muovendo congiurando contro di lui, Gesù, per il bene della chiesa, ha accettato di perdere e ha accolto la volontà del Padre morendo in croce.
Se si ricordassero di questa sua scelta i tanti che hanno cercato, negli ultimi anni, di vincere a tutti i costi le loro battaglie all’interno della chiesa, si tirerebbero indietro e lascerebbero che a condurre il Popolo di Dio fosse finalmente quello Spirito Santo che Gesù ci ha promesso e che i farisei di tutti i tempi, cercano sempre di ingabbiare.

Gianni Geraci – Portavoce

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...